martedì 28 gennaio 2020

Necrologio per il cestista Kobe Bryant.

Oggi vorrei parlare di Kobe Bryant.
Innanzi tutto una precisazione: vale per Bryant, come vale per Severino, come vale per chiunque non sia ufficialmente riconosciuto come santo dalla Chiesa Cattolica.
Io NON propongo tali persone come modelli assoluti: i modelli assoluti sono solo i Santi e, per certi versi, gli Eroi, come ci dice la tradizione anche linguistica italiana.
Ne faccio un necrologio cercando di trarre il meglio dalla loro esperienza di vita anche perché ritengo che di chi NON è stato dittatore, capo terrorista, capo mafioso, assassino o pedofilo, si possa e si debba dire con Carità "buonanima" e/o "Riposa in pace"
Fatta questa (doverosa) premessa, vi parlo di Kobe.
Kobe Bryant è stato un grande cestista dell'NBA che è vissuto per un periodo della sua vita in Italia e che è stato sempre legato affettivamente al bel Paese. Probabilmente sarà ricordato come uno dei grandi cestisti dell'NBA assieme a grandi atleti come Magic Johnson, Michael Jordan, Shaquille O'Neal e Pippen.
Ha avuto una sola moglie, Vanessa con cui ha avuto 4 figli, di cui una, Gianna, che doveva seguire le sue orme nella pallacanestro è tragicamente scomparsa assieme a lui nel tragico incidente con l'elicottero del 26 gennaio 2020.
Kobe, Gianna e le altre vittime dell'incidente aereo, riposate in pace.

Amen.

Nessun commento:

Posta un commento