giovedì 20 febbraio 2020

Palindromicità e altre evenienze annuali


Riprendo il tema della palindromicità, ma questa volta riguardante solo il mese e il giorno, una palinromicità, più consueta, “normale”, frequente di quella vista 18 giorni fa, il 02/02/2020, una palindromicità “annuale” cioè che si ripete ogni anno.

A) Ignorando i numeri che compongono l'anno, ma concentrandoci solo sui numeri del mese e del giorno, sono palindromiche ogni anno le seguenti date:
1) il 10 gennaio: 10 / 01;
2) il 20 febbraio 20 / 02 (come oggi);
3) il 1° di ottobre: 01 /10;
4) il 21 dicembre: 21 / 12;

B) Mentre tutte le cifre sono uguali ogni:
1) 11 novembre: 11 / 11.

C) Infine abbiamo un'alternanza di cifre uguali ogni:
1) 1° gennaio: 01 / 01;
2) 2 febbraio: 02 / 02;
3) 3 marzo: 03 / 03;
10) 10 ottobre: 10 / 10;
11) 12 dicembre 12 /12

L'11 novembre invece rientra nel caso B.

Buona giornata,
Michele


lunedì 10 febbraio 2020

Oscar 2020: vince il (sud)coreano "Parasite"

Per quanto sia attualmente molto critico sull'andamento morale del cinema, non posso non segnalare come evento culturale la Notte degli Oscar di ieri, in cui per la prima volta ha vinto - come miglior film (non solo internazionale, che è la nuova denominazione del premio al film straniero, ma anche in assoluto) - un film in lingua non inglese (il coreano "Parasite").
Per quanto ritenga che ciascuno dei 19 Stati Futuri debba avere una propria sede cinematografica di riferimento e per quanto ritenga che il cinema vada profondamente riformato (togliendo le scene di violenza e di sesso, limitando le scene d'azione, abolendo il porno, riformando profondamente l'horror e il pulp), non posso non rilevare la centralità e anche il fascino che Hollywood tutt'ora eserciti, per quanto sia un fascino che nasconde un lato oscuro.

domenica 2 febbraio 2020

Palindromicità dell'oggi

Oggi, 02/02/2020, è un giorno palindromo sia che lo scriviate nel formato giorno/mese/anno , che è il più antico e diffuso al mondo, sia che lo scriviate nel formato anno/mese/giorno (2020/02/02) che è lo standard in informatica e su intenet, sia che lo scriviate nel residuale mese/giorno/anno (02/02/2020) presente soprattutto in Nordamerica (segnatamente Canada e Stati Uniti).

Questa "palindromicità" è un'occorrenza molto rara.
La prossima volta sarà circa tra 101 anni (cioè il 12/12/2121 ovvero il 2121/12/12);
la prossima volta ancora sarà tra circa 1010 anni (cioè il 03/03/3030 ovvero il 3030/03/03).
Le prossime volte saranno 1 ogni millennio e segnatamente:
04/04/4040 (o 4040/04/04)
05/05/5050 (o 5050/05/05)
06/06/6060 (o 6060/06/06)
07/07/7070 (o 7070/07/07)
08/08/8080 (o 8080/08/08)
09/09/9090 (o 9090/09/09)

Nel 102° secolo la palindromicità sarà per tutto il primo decennio, ma ci sarà solo nel formato (standard su internet) anno/mese/giorno, ma non negli altri formati:
10100/01/01 è palindromo, ma 01/01/10100 no;
10101/01/01 è palindromo, ma 01/01/10101 no, anche se ha un'altra caratteristica l'alternanza ordinata di 0 ed 1);
10102/01/01 è palindromo, ma 01/01/10102 no
e così via per tutto il decennio fino al 10109/01/01.

Oltre a segnalarvi incidentalmente un'altra palindromicità in un solo formato (quello anno/mese/giorno) per il 10111/11/01 ovvero il 1° novembre 10111) vorrei focalizzare la vostra attenzione su un evento ancora più raro: le cifre tutte uguali che avverrà
l'11/11/11111 ovvero l'11 novembre 11.111 (metto il punto per facilitare la lettura).
Quest'evento sarà sempre più raro perché si ripresenterà prima dopo 100 mila anni, poi dopo 1 milione di anni, poi dopo 10 milioni di anni, quindi dopo 100 milioni di anni,di seguito ancora dopo 1 miliardo di anni e la volta successiva (dopo 10 miliardi di anni) noi come umanità ci saremo già trasferiti su altre galassie.

Nel passato ciò è avvenuto solo 1 volta: l'11 novembre 1111, nel Basso Medioevo (anche se ancora il mese non si scriveva in numeri), mentre le 2 volte precedenti (l'11 novembre 11 e l'11 novembre 111 in Europa, che era rispettivamente sotto l'impero di Augusto - 1° imperatore romano - nell'11 e di Traiano - 13° imperatore romano sotto il quale l'Impero raggiunse la sua massima estensione territoriale - nel 111) si contavano gli anni a partire dalla fondazione di Roma (Dionigi il Piccolo riformerà il Calendario Giuliano facendolo partire - anno più anno meno - dalla nascita di Gesù solo attorno al 525 d.C.).

Ricordandovi che oggi è la festa della Presentazione del Signore vi auguro
Buona domenica,
Michele


martedì 28 gennaio 2020

Necrologio per il cestista Kobe Bryant.

Oggi vorrei parlare di Kobe Bryant.
Innanzi tutto una precisazione: vale per Bryant, come vale per Severino, come vale per chiunque non sia ufficialmente riconosciuto come santo dalla Chiesa Cattolica.
Io NON propongo tali persone come modelli assoluti: i modelli assoluti sono solo i Santi e, per certi versi, gli Eroi, come ci dice la tradizione anche linguistica italiana.
Ne faccio un necrologio cercando di trarre il meglio dalla loro esperienza di vita anche perché ritengo che di chi NON è stato dittatore, capo terrorista, capo mafioso, assassino o pedofilo, si possa e si debba dire con Carità "buonanima" e/o "Riposa in pace"
Fatta questa (doverosa) premessa, vi parlo di Kobe.
Kobe Bryant è stato un grande cestista dell'NBA che è vissuto per un periodo della sua vita in Italia e che è stato sempre legato affettivamente al bel Paese. Probabilmente sarà ricordato come uno dei grandi cestisti dell'NBA assieme a grandi atleti come Magic Johnson, Michael Jordan, Shaquille O'Neal e Pippen.
Ha avuto una sola moglie, Vanessa con cui ha avuto 4 figli, di cui una, Gianna, che doveva seguire le sue orme nella pallacanestro è tragicamente scomparsa assieme a lui nel tragico incidente con l'elicottero del 26 gennaio 2020.
Kobe, Gianna e le altre vittime dell'incidente aereo, riposate in pace.

Amen.

martedì 21 gennaio 2020

Necrologio per il filosofo Emanuele Severino

Quell'Essere che Emanuele Severino, da filosofo (quindi da mio "collega" molto più famoso) ha cercato tutta la vita è il Dio Cristiano.
Esso è si Eterno e Coerente a Sé Stesso, al Suo Amore e alla Sua Legge, ma - a differenza di quanto pensava il Filosofo - è un Dio anche in divenire, un Dio che si è fatto Storia con i patriarchi e profeti dell'Antico Testamento, poi direttamente attraverso la Seconda Persona della Trinità, Gesù Cristo, e continua a farsi storia.
Continua ad entrare nella Grande Storia e nella piccola storia degli esseri umani - famosi o sconosciuti, ricchi o poveri, giovani o vecchi, uomini o donne, di destra o di sinistra, bianchi o neri.
E' un Dio che soffre con noi in quest'Apocalisse e ci vuole riportare sulla retta Via, perché Dio ci ama. Ora anche il filosofo Severino lo sa, dato che è davanti al Suo Cospetto e al Suo Giudizio.
https://www.repubblica.it/robinson/2020/01/21/news/morto_emanuele_severino-246313784/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3-S1.8-T1

giovedì 9 novembre 2017

9 novembre 1989 - Caduta del Muro di Berlino

Oggi, 9 novembre, nel 1989 ci fu la caduta del Muro di Berlino, la fine del comunismo e della Guerra Fredda e, secondo alcuni storici, in particolare anglosassoni, ci fu la fine dell'Era moderna e l'inizio di quella contemporanea.
Il 6 agosto 1991, dopo meno di 2 anni, sarebbe nato il World Wide Web, la parte più visibile e conosciuta dell'internet attuale.

sabato 4 novembre 2017

4 novembre 1918 - Fine della 1° guerra mondiale per l'Italia



4 novembre 1918 - Prima guerra mondiale: il Bollettino della Vittoria annuncia che l'Impero Austro-ungarico si arrende all'Italia, in base all'armistizio firmato a Villa Giusti, nei pressi di Padova. Con il successivo trattato di Saint-Germain-en-Laye (1919), l'Italia completa l'unità nazionale con l'annessione di Trento e Trieste. Per tale motivo, il 4 novembre in Italia è festeggiato come Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate.

La prima guerra mondiale si sarebbe conclusa del tutto l'11 novembre dello stesso anno con la resa della Germania, ultimo degli Imperi centrali a smettere di combattere. 

(fonte: Wikipedia)